Il circuit training è un metodo di allenamento utilizzabile in qualsiasi settore per migliorare diverse capacità fisiche, funzionali e vitali. Il circuit training può essere molto efficace per la riduzione della massa grassa in percentuale abbastanza notevole ma presenta, come tutte le metodiche, i suoi svantaggi.

I vantaggi

Il circuit training risulta ottimo per migliorare le capacità coordinative e la resistenza organica generale; può essere un mezzo “integrativo” per la forza muscolare, per l’allenamento giovanile o anche una valida alternativa per atleti o principianti che, disponendo di un tempo di allenamento limitato, desiderano migliorare contemporaneamente le varie capacità motorie. Offre, inoltre, la possibilità di far esercitare più atleti contemporaneamente o in rapida successione su uno spazio relativamente piccolo.

Gli svantaggi

Il passaggio continuo da un esercizio all’altro, specialmente negli esercizi più complessi, rende poco efficace l’effetto di sommazione degli stimoli ottimali. A causa dei passaggi distanziati, intesi sempre come stimoli sullo stesso distretto muscolare, il cambio esercizio non offre il tempo sufficiente di concentrarsi adeguatamente per inviare in maniera intensa e selettiva gli impulsi nervosi alle fibre muscolari, limitando quindi la possibilità di incrementare la forza massima, la forza rapida e l’ipertrofia. Per la stessa ragione, incide marginalmente sul miglioramento della tecnica esecutiva specifica di ciascun esercizio.